“Se ognuno di noi potesse fare qualcosina per gli altri, sarebbe una buona cosa” e cosi Marco Galassi proprietario della pizzeria Cinemà anche quest’anno ha donato 50 pizze: 25 ai ragazzi della Nuova Famiglia e 25 ai ragazzi dei laboratori Ccils. Un lavoro di squadra assieme alle ditte Ricci Srl di Villalta e la ditta Perini snc per le materie prime, la ditta Chimicard invece ha passato i cartoni per le pizze.  E’ il secondo anno consecutivo che Marco Galassi ha avuto questa bella iniziativa. Oggi sono andata a prendermi una buona pizza da Marco, ne avevo una gran voglia, perché la sua pizza è veramente buona. Nel mentre che Marco me la preparava e me la cuoceva, con il profumo che mi avvolgeva, ho voluto sapere quale è stata la scintilla che gli ha fatto fare questa iniziativa.

Marco da dove ti è venuta questa bellissima e buonissima idea?

L’anno scorso prima di Natale eravamo in lockdown e un giorno vidi un video su facebook dove a Milano c’era una fila lunghissima per andare a prendere il pane. Mi ricordo che c’era gente di mezza età, gente anziana che aveva lavorato una vita e non gli era rimasto niente. Ma quello che mi fece più commuovere fu un signore anziano che mentre lo intervistarono si mise a piangere. E di lì ho pensato che ognuno di noi se facesse qualcosina per quello che riesce fare per gli altri sarebbe molto bello. E cosi anno scorso donai circa 50 pizze alle famiglie bisognose di zona con l’aiuto della Croce Rossa che le consegno. Quest’anno la scelta è andata ai ragazzi della Nuova Famiglia e della Ccils. Ha ritirare le pizze sono venuti due ragazzi della Nuova Famiglia, che non conosco purtroppo i nomi, e per la Ccils Paolo Mughetti, un mio caro amico, accompagnato da Martin. E’ un regalo che ci siamo fatti per Natale e c’è l’intenzione di farla diventare un abitudine soprattutto in questo periodo. ”

Scegliere il commercio locale è dare un futuro sereno alle nostre città 👇❤️😉