Passeggiando per il nostro porto Canale di Cesenatico ed imboccando piazza Ciceruacchio ho notato, anche se un po’ nascosto da ombrelloni e tavoli, un soldatino gigante tutto vestito di rosso che ha richiamato la mia attenzione.  Mi avvicino attirata anche dal nome dell’insegna “L’APPRENDIMONDO – GIOCATTOLI DIDATTICI”, i miei occhi si illuminano “Un  giocattolaio!” e così mi avvicino.

Un piccolo negozio pieno di giocattoli nuovi e antichi, quelli che hanno fatto felice tanti bambini che oggi sono adulti. Chi non aveva il suo giocattolo preferito con cui ha vissuto i suoi momenti spensierati e meravigliosi creando storie fantastiche? Oppure il giocattolo tanto desiderato che ancora, come me oggi, a 50 anni ci fai la caccia?  Il mio occhio cade sulle barbie, la mia grande passione. Così per caso conosco Renza la proprietaria, che è stata di una gentilezza unica, gli chiedo da quanti anni è lì perché io non me ne ero accorta prima di questo bellissimo negozio,  lei mi confida che non sono l’unica visto che i tavoli proprio davanti alla sua vetrina ostruiscono la sua visuale.

La Storia di Renza:

“Questo negozio è la mia vita la mia passione che nasce dalle bambole antiche, sono una collezionista. Prima il negozio Appredimondo lo avevo all’Iper li tenevo solo giocattoli nuovi, quando poi ho aperto qui a Cesenatico mi è venuta l’idea di tenere anche giocattoli vecchi. Per 5 anni circa sono stata in via Baldini ora sono qui in Piazza Ciceruacchio da quasi 6 anni”.

Lo sfogo di Renza

“ L’entrata del mio negozio è ostruita da tavoli e ombrelloni. Quando ho deciso di aprire il mio negozio qui in Piazza Ciceruacchio avevo già notato che l’entrata del negozio veniva ostruita da 2 file di tavoli dell’attività di fianco, così già da allora sono andata in comune perché si risolvesse questo problema.”

Ci sarebbero tante soluzioni per risolvere il problema, ma ad oggi passati ormai 6 anni ancora niente

“Nel 2021 è un’assurdità che ancora esistano delle situazioni del genere. In questi 6 anni, ormai, ho fatto richieste in comune, incontri con il sindaco perché mi risolvano il problema, ma ad oggi ancora niente. Io mi domando dove sta la serietà di un comune dal momento che si privilegia un attività rispetto un altra.  Io non voglio che tolgano tavoli alla mia vicina, per carità, io chiedo solo di spostare le due file di tavoli verso la biblioteca che c’è spazio, quindi basterebbe scivolare i tavoli per creare lo spazio davanti al mio negozio. Anche io voglio potere usufruire del suolo pubblico davanti al mio negozio per potere creare iniziative rivolte ai bambini. Io non ce l’ho con nessuno, perché quando c’è lavoro c’è lavoro per tutti, io chiedo solo il mio diritto di usufruire del suolo pubblico davanti al mio negozio e che la mia piccola attività sia tutelata. I negozi vicino a me tutti hanno il suolo pubblico libero sono solo io che non riesco ad averlo. Vedi, ne ho solo appena un metro davanti all’entrata perché poi ci sono i tavoli, che, quando la gente si siede spostano le sedie e vengono ad occuparmi a volte anche l’entrata del negozio creandomi disagio. Io rivendico solo il mio diritto di essere un’attività commerciale a Cesenatico uguale alle altre potendo usufruire del suolo pubblico davanti al mio negozio”.

Il suolo pubblico libero davanti al mio negozio per potere realizzare iniziative per i bambini

“Vorrei potere usufruire dello spazio davanti al mio negozio per creare una sorta di piccolo parco per bambini e poi ogni settimana presentare un gioco. Preparerei un programma per intrattenere i bambini”.

Le piccole attività commerciali sono una risorsa per la città, tutte indistintamente, ecco perché un ‘amministrazione le deve tutelare senza creare discriminazioni l’una verso l’altra. il negozio di giocattoli di Renza è un negozio che ha delle potenzialità ed è una ricchezza per la nostra città. Renza vuole portare gioia ai bambini, perché i giochi sono quelle risorse che attivano la fantasia, la manualità, l’indipendenza e la sicurezza dei bambini. I giochi accompagnano i bambini e li fanno diventare adulti ecco perché è importante che Renza abbia il suo spazio, perché il suo spazio sia lo spazio dei nostri bambini. Ora siamo sotto elezioni e tutto è una promessa ma noi vogliamo fatti e tutelare un piccolo negozio, dargli il suo spazio è sinonimo di comunità quella comunità che nei comizi elettorali ne sento parlare tanto in questi giorni. Ora,  spero solo che il Sindaco che si insedierà dalla prossima settimana trovi la soluzione di convivenza tra le diverse attività commerciali e che non dia diritti ad una a discapito di un’altra. Fate un giro nel negozio di Renza diamo solidarietà alla sua attività, perché possa realizzare i suoi progetti che saranno solo un bene per la nostra bellissima citta che è Cesenatico e soprattutto per i nostri bambini.

———————————————
SCEGLIERE IL COMMERCIO LOCALE È DARE UN FUTURO SERENO ALLE NOSTRE CITTÀ 👇