Una grande discriminazione nei confronti degli ambulanti del mercato di Cesena che si ritrovano a casa dall’oggi al domani. Il comune di Cesena ha deciso, dopo l’ordinanza di Stefano Bonaccini di ieri, di chiudere il mercato di Cesena fino al 3 dicembre, ma stanno lavorando, speriamo 🤞, per riuscire ad aprirlo prima, dicono.

In una settimana si sono rivoltate le situazioni i mercati all’aperto che erano più sicuri ora stanno chiusi mentre la grossa distribuzione, i centri commerciali le multinazionali, aperte. Questo è un grande danno per le piccole attività commerciali, che già da anni soffrono della concorrenza, sleale, delle multinazionali. Il governo aveva fatto una scelta la settimana scorsa, una scelta a favore delle piccole attività commerciali una scelta per i mercati, ma in una settimana la Regione Emilia-Romagna ha stravolto questa scelta ed a fatto in modo che molti comuni potessero avvantaggiare la grossa distribuzione a discapito dei mercati ambulanti.

Ecco la nostra costituzione Italiana presa e stracciata in un attimo…Comunque almeno i negozi di città rimarranno aperti, durante la settimana, quindi andate a comprare nei negozi di città, almeno farete  rimanere i soldi in Italia invece di farli sparire chissà dove.