Ecco svelato l’arcano ci vogliono spostare all’IPPODROMO DI  CESENA. Queste lettere, che riporterò sotto, stanno arrivando ai pochi associati rimasti di Fiva ed Anva, i sindacati che dovrebbero tutelare il mercato.
Questo ambulante gli ha risposto che assolutamente non vuole essere spostato all’ippodromo.
SOTTO RIPORTIAMO ANCHE LA LETTERA CHE ARRIVA AI POCHI SOCI RIMASTI.
Spostarci dal centro vuol dire togliere il mercato alla città! Vuol dire farci morire ulteriormente. Vuol dire prendere le nostre attività e togliergli il loro valore. Le piazze sono nate attorno ai mercati, hanno un valore storico. Spostare il mercato all’oppodromo, ma stiamo scherzando ! Rimini e Ravenna sono riusciti a fare il mercato, oggi, con la nuova ordinanza non mi risulta che Rimini lo abbia spostato alle Celle!
IO DICO NO ALL’IPPODROMO IO VOGLIO STARE IN CENTRO, ORA È SEMPRE
Sotto riportiamo la risposta del collega e la lettera inviatagli. Anche voi inviate la vostra anche  ai numeri sotto, anche se non siete associati facciamoci sentire NO ALL’IPPODROMO NO …PERCHÉ QUESTA È UNA DECISIONE CHE DOBBIAMO PRENDERE TUTTI GLI AMBULANTI, NON SOLO I POCHI ASSOCIATI  RIMASTI ….IO NON DELEGO NESSUNO A SCEGLIERE PER IL MIO LAVORO ED IL MIO FUTURO,
IO DICO NO Al MERCATO DI CESENA ALL’IPPODROMO IO DICO NO .
IL MERCATO DEVE STARE IN CENTRO DOVE È NATO E DOVE È SEMPRE STATO, NO ALL’IPPODROMO
Se stiamo in centro ci dividono, ma è così difficile mettere delle transenne,  fai un entrata in fondi a lungo Savio un uscita in piazza del Popolo, oppure il contrario, le altre uscite le chiudi con delle transenne, ci metti gli Auser nei varchi a controllare. Se si vuole si può, ma qui qualcuno non vuole farci lavorare in centro a Cesena.
Oppure c’è un progetto in mente, più grande, quello di spostarci a noi e poi far fare altri mercatini in centro, magari gestiti da terzi tipo i mercati di Forte dei marmi ? Dove per partecipare gli ambulanti devono pagare fino a 500 euro un giorno di lavoro. Oppure perché no! 🤔 gestiti dalle stesse Confesercenti o Confcommercio , come avevano già provato a fare a Cesena….Mercato di 100 posti con ambulanti scelti da loro, quindi chi non volevano stava fuori, e si pagava 150 euro una domenica tutto il giorno, contro le 10 euro che invece ci chiede il Comune.
Un presidente ANVA di Cesena partecipa regolarmente alle domeniche di Forte dei Marmi, dove una domenica per partecipare si paga fino a 500 euro, ripeto. Ecco chi ci rappresenta a Cesena ( premetto io non sono associata )  un sindacalista che partecipa al mercatino di Forte dei Marmi le domeniche, invece di fare le domeniche straordinarie a Cesena…..ah lui che si può permettere di pagare un giorno di lavoro anche 500 euro.
ECCO LA LETTERA ARRIVATA AL COLLEGA, CON LA SUA RISPOSTA 👇

“Mi é arrivata questa lettera da Confesercenti. Ho risposto: all’ippodromo assolutamente no.” 


Oggetto: RICHIESTA PARERE SOCI
Dopo l’uscita dell’ordinanza n° 216 del 12 Novembre 2020 la Regione Emilia-Romagna ha stabilito misure restrittive aggiuntive che impattano anche sullo svolgimento dei mercati. In particolare questi si possono tenere se i Comuni hanno previsto un piano specifico che preveda:
a) una perimetrazione nel caso di mercati all’aperto; b) presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita; c) sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento nonché il controllo dell’accesso all’area di vendita; Il Sindaco di Cesena ci ha convocati in videoconferenza nella giornata di oggi e nello specifico incontro, nonostante il nostro parere contrario ci è stato comunicato che Mercato Ambulante settimanale del Mercoledì e del Sabato di Cesena e del Giovedì di Borello sono si potranno svolgere sino a nuova data, ma soprattutto sino a che non si possono verificare tutte le condizioni previste dall’ordinanza sopra citata. Sempre nell’incontro avuto questa mattina ci sono state prospettate due soluzioni:
1) Rivisitazione dell’attuale sistemazione del Mercato con lo “spacchettamento” dello stesso in più tronconi, al fine di organizzare le entrate e le uscite in sicurezza
2) Spostamento del mercato nella zona Ippodromo
Nella prima opzione il mercato come lo conosciamo oggi verrebbe diviso in 4/5 tronconi, fra di loro separati ( a semplificazione Piazza Del Popolo, Viale Mazzoni, ecc ): questo comporterebbe una difficile affluenza della clientela al mercato stesso perché seguendo un percorso ben stabilito non potrebbe tornare indietro e quindi si potrebbe creare anche delle difficoltà di fruibilità e di appetibilità del mercato stesso. Inoltre per la perimetrazione, il controllo dei varchi ecc il Comune ci ha prospettato anche delle difficoltà da un punto di vista economico, ricordiamo che sino ad oggi i costi sono stati sostenuti dal Comune. Naturalmente nella discussione noi abbiamo ripetuto che i costi non devono, neanche in minima parte, essere sostenuti dagli operatori, però ricordiamoci che esistono anche qui vicino a noi comuni in cui il costo è stato sostenuto dagli operatori del settore.
Nella Seconda opzione invece comporterebbe uno spostamento del mercato ambulante in una nuova area, in una nuova zona che però a sua vantaggio avrebbe quello della facilità di chiusura, di controllo e di fruibilità della clientela con costi zero per la categoria. Sicuramente questo potrebbe essere per alcuni un salto nel buoi perché è una cosa nuova, però ricordiamoci che spesso il cambiamento ha portato soluzioni migliori che all’inizio non si pensava, ( vedi lo spostamento dei banchi fatto a fine maggio dove bisogna dirlo la maggior parte degli operatori era scettica all’inizio ma poi credo che abbiano trovato una sistemazione migliore rispetto alla precedente o hanno trovato un riscontro anche economico che non si aspettavano al momento dello spostamento ). Queste sono le due opzioni che ci ha prospettato il comune di Cesena, e ci ha chiesto di dare un suggerimento, una nostra valutazione in merito. Ci siamo lasciato con l’impegno di ritrovarci Lunedì prossimo 16 novembre alle ore 10,30 per poter discutere e portare avanti le nostre idee e per riuscire a far riaprire il mercato almeno nella giornata di Sabato 21.
Per questo motivo ti chiedo di esprimere un tuo giudizio in merito alle due opzioni, perché siamo consapevoli che il tema è molto importante e quindi richiede una maggiore consapevolezza da parte di tutti noi operatori. Per esprimere il tuo giudizio basta che mi mandi un whatsapp al mio numero 3383757669 oppure al 3488601887  resp.le ANVA Confesercenti di Cesena